Ancelotti spiega il guizzo Joselu: “Scelta condivisa, sapevamo che lui…”

Il Real Madrid ha dimostrato ancora una volta di non morire mai. I Blancos, sotto nel punteggio al Bernabeu contro il Bayern Monaco, hanno ribaltato la situazione staccando il pass per la finale di Champions League a Wembley grazie alla doppietta di Joselu nei minuti finali. Al termin della sfida Carlo Ancelotti ha mostrato tutta la sua gioia per l’incredibile successo di questa sera: “È successo un’altra volta… succede sempre. Novanta minuti al Bernabeu sono molto lunghi, è andata così un’altra volta. Meritavamo di vincere, l’abbiamo fatto all’ultimo minuto come spesso accade in partite di questo livello“.

Ancelotti, le parole su Joselu

Il tecnico del Real Madrid, che questa sera ha fatto la storia raggiungendo la sesta finale di Champions della sua carriera (nessuno come lui), ha proseguito con una battuta: “Immagine che mi porto dentro? Quando l’arbitro ha fischiato la fine…“. Infine un commento sull’impatto avuto da Joselu, subentrato e determinante con la doppietta che è valsa il trionfo: “Il cambio di Joselu? L’idea era condivisa perché in quel momento si avvicinava la fase della partita dove avevamo maggior controllo e lui in area è molto pericoloso. Delegare nella leadership è molto importante e io ho la fortuna di avere uno staff di collaboratori di alto livello e giocatori qualitativamente ma soprattutto caratterialmente fortissimi“. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Precedente Real Madrid-Bayern Monaco 2-1, decide una doppietta di Joselu. Rivivi la diretta Successivo Fiorentina in finale di Conference: Beltran rimonta il Bruges. Rivivi la diretta

Lascia un commento