Allegri, una Juve così è da imbarazzo: “Tra dieci giorni saprete tutto"

Allegri: “Troppa frenesia”. E sulla finale…

“Frenesia? Sì. Nel calcio non bisogna essere frenetici – continua Allegri –, ma bisogna essere veloci e su questo noi abbiamo iniziato bene, ma come a Roma. I primi 6-10 minuti sono stati come a Roma, abbiamo avuto delle situazioni favorevoli, non le abbiamo sfruttate per scelte sbagliate nell’ultimo passaggio. E1 normale che poi ti prende la frenesia perchè comunque….. l’ho detto tante volte. Però comunque per noi è importante mercoledì, nel girone di ritorno abbiamo fatto male e sono diventate partite pesanti da Juventus, che anche con l’ultima in classifica, che tra l’altro ha fatto una buona partita, diventa complicato, perché devi avere la freddezza, la lucidità, la pazienza, ma bastava non prendere gol e cercare nelle occasioni che abbiamo avuto di farlo. Prendi un gol su palla inattiva, poi c’è stata una palla di Kean che ha tirato ma c’era la possibilità di sviluppare meglio, abbiamo preso contropiede e abbiamo rischiato quell’intervento di Szczesny. Sono tutte cose di frenesia e sicuramente la squadra deve migliorare in questo momento che vedi l’obiettivo e lo vorresti prendere, ma non siamo riusciti a prenderlo.

Poi un pensiero al prossimo impegno: la finale di Coppa Italia contro l’Atalanta di Gasperini in forma stratosferica. Questo il pensiero di Allegri a riguardo: “Ora bisogna essere bravi a recuperare energie perché mercoledì è una finale di Coppa, è una bella serata, poi penseremo al campionato per cercare di fare i due punti o una vittoria per arrivare in Champions”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Precedente La moviola di Juventus-Salernitana: Santoro tiene in pugno la sfida Successivo Le pagelle di Vlahovic: parte bene poi sparisce dal campo. Che errore davanti a Fiorillo

Lascia un commento