Allegri: “Morata non andrà via. Juve-Napoli? Decidono gli organi competenti”

Massimiliano Allegri ha parlato alla vigilia di Juve-Napoli. Così sulla situazione della squadra: “Abbiamo lavorato bene e avevamo bisogno in questi giorni di lavorare perché abbiamo lavorato poco nelle scorse settimane. Bonucci è fuori domani e domenica e vediamo per la Supercoppa. Danilo sarà a disposizione la prossima settimana, abbiamo recuperato Chiesa e Dybala. Kaio Jorge e Pellegrini domani non ci saranno. Ramsey è tornato ieri perché era in permesso ma è un giocatore in uscita“.

Sulla situazione Morata, è categorico il tecnico della Juve: “Morata non parte. Lo scorso anno ha fatto 21 gol e quest’anno ne ha fatti sette senza tirare un rigore. Alvaro è un giocatore importante e sono contento. Ho parlato con lui e ho detto tu non vai via quindi rimane con entusiasmo. Deve stare sereno e tranquillo. Credo che al 99 per cento la rosa resterà così“.

Allegri: "Cerchiamo di rimanere attaccati alle prime"

Guarda il video

Allegri: “Cerchiamo di rimanere attaccati alle prime”

Non paiono esserci dubbi a centrocampo, se non uno, per la sfida di domani al Napoli: “Con Arthur e Ramsey fuori, Locatelli torna in mezzo e poi tra McKennie, Rabiot e Bentancur ne giocano due”. Due parole sull’emergenza covid: “Ci sono organi di competenza che devono decidere. L’unica cosa che possiamo fare è: quanti siamo a allenamento? Con questi ci si allena. Quanti siamo alla partita? Con quelli giocheremo. Possiamo fare solo questo”. Sulla possibilità o meno di giocare, il tecnico livornese aggiunge: “La mia opinione non conta nulla. Bisogna rispettare quello che ci dicono di fare. In Supercoppa ci hanno detto di giocare ed è giusto così”.

Juve, Allegri: “Inter nettamente favorita per lo scudetto”

Allegri vede una super favorita per il titolo: “L’Inter è nettamente davanti a tutti per vincere lo scudetto. Lo può perdere solo l’Inter. Noi dobbiamo fare un passo alla volta e cercare di vincere la prima partita dell’anno. Un passetto alla volta arriviamo”.

La Juve non ha problemi in attacco, secondo Allegri: “C’è un errore: l’attacco ha segnato, ci mancano i gol dei centrocampisti e dobbiamo sfruttare meglio le palle inattive”. Un abile modo per dribblare le domande sulla necessità di avere un nuovo attaccante a disposizione, anche perché poi il mister aggiunge: “Abbiamo due acquisti come Dybala e Chiesa, che ci daranno una grossa mano e faranno quattro mesi importanti. Gli acquisti a gennaio incidono poco, dobbiamo migliorare quello che abbiamo. Per raggiungere gli obiettivi bisogna viaggiare a una velocità di crociera che a noi è mancata, bisogna cercare di tenere sempre il motore acceso”.

Calciomercato 2022 al via: tutti gli obiettivi e gli acquisti squadra per squadra

Guarda la gallery

Calciomercato 2022 al via: tutti gli obiettivi e gli acquisti squadra per squadra

Precedente Zola: "Insigne? Non è andato via per soldi. A Toronto rischia la Nazionale" Successivo Milan, Pioli: "Troveremo una Roma diversa rispetto all'andata"

Lascia un commento