Allegri: “La nostra miglior prestazione, dopo la sosta tutti sono cresciuti”

“Perdere mi sarebbe dispiaciuto – ammette il tecnico dei bianconeri – solo nel primo tempo col Milan abbiamo fatto meglio. Locatelli si è inserito bene e sta migliorando”

“Locatelli è stato bravissimo con quel tiro, ma potevamo passare in vantaggio prima. Mi sarebbe dispiaciuto perdere una partita così, perché se tolgo il primo tempo con il Milan di fatto è la nostra prestazione migliore “. Così l’allenatore della Juventus, Massimiliano Allegri, dopo il derby vinto 1-0 in volata dai bianconeri. “Qualcosa da migliorare comunque c’è – prosegue – ad esempio il palleggio, perché nel primo tempo sulla parte destra abbiamo perso troppe palle sulle diagonali dove il centravanti oggi doveva essere il regista della squadra. Nel secondo tempo il Torino è calato mentre noi ci siamo mossi un po’ di più e tolto punti di riferimento”.

La crescita di Locatelli

—  

“Si è inserito bene, è migliorato anche se può crescere ancora” dice Allegri su Manuel Locatelli, autore del gol che ha deciso la partita. “Ora lo vedo bene anche sul lungo e non solo sul corto, ha imparato a variare le giocare e inizia a mettersi nella posizione del regista: questo è un passo in avanti per lui. È bravo, ha tecnica: deve migliorare in queste situazioni”. In generale, comunque, il tecnico toscano è soddisfatto della prova di tutta la squadra. “Chiesa – prosegue – nel secondo tempo ha fatto bene il centravanti, ma anche nel primo in un paio di diagonali: dovevamo farne di più invece abbiamo sbagliato molto tecnicamente. Contro questo Torino devi avere tanta qualità quando giochi la palla sennò te la portano via”. “Anche Kaio Jorge e Kulusevski sono entrati bene – commenta Allegri – tutti i ragazzi hanno fatto un passo in avanti dopo la sosta, trovato lo spirito giusto e ora capiscono i momenti della partita, quando attaccare e quando invece c’è da difendere”.

La difesa

—  

Infatti non mancano i complimenti per Kean, partito titolare e poi uscito a inizio secondo tempo per fare spazio a Cuadrado. “Ha fatto bene, nonostante 2/3 palle perse, e creato delle situazioni favorevoli. Con la palla vicina all’area lui diventa devastante – spiega l’allenatore della Juventus – però deve lavorare su controlli e tecnica individuale”. La linea di Allegri è “più giocano e più acquisiscono esperienza” e vale per tutti i suoi calciatori. E tutti sono “più sereni, perché veniamo da buone prestazioni”. De Ligt compreso: “È cresciuto molto, teniamo conto che viene da un calcio diverso. Deve giocare con più aggressione e migliorare nelle nuove letture”. “Sono giocatori con motori importanti, bisogna lavorarci così migliorano individualmente” conclude Allegri. Accanto a senatori come Bonucci e Chiellini è più facile. “Sono grandi giocatori – ammette Max – siamo stati insieme molti anni, Leonardo è anche cresciuto sotto il profilo della responsabilità nei confronti del gruppo”.

Precedente Marotta: "Ora tutti devono guardare i bilanci. Brozovic merita il rinnovo" Successivo Griglia di partenza MotoGp/ In pista per la pole position ad Austin! Gp Americhe 2021

Lascia un commento