Allegri, il suo “corto muso” entra nella Treccani. Tutto iniziò dopo una batosta

La celebre espressione del tecnico livornese è stata inserita tra i Neologismi 2021. Ecco quando la coniò e perché si è diffusa così…

Era il 13 aprile del 2019 quando durante la conferenza post Spal-Juve (2-1), Max Allegri nonostante la sconfitta sintetizzò la sua (pragmatica) filosofia calcistica. Eh sì, perché a detta del tecnico della Juve, per conquistare lo scudetto non serve accumulare quale vantaggio di punti, ma come succede nell’ippica “basta mettere il musetto davanti, corto muso!”. Al fotofinish, insomma. Ora, Allegri probabilmente non l’avrebbe mai immaginato, ma il suo “corto muso” è entrato tra i neologismi dell’Enciclopedia Treccani, la più famosa enciclopedia italiana. E tra gli esempi del suo utilizzo ci sono anche recenti articoli della Gazzetta. Ma Allegri come c’è riuscito? Quando lo disse?

tormentone e social

—  

Quella conferenza stampa, condivisa sui social, diventò virale. Un vero tormentone. E questo nonostante Allegri quell’espressione non l’abbia praticamente più usata. Ma poco importa. La diffusione nella lingua parlata divenne massima. Tanto da diventare di uso comune. E oggi la Treccani lo ha legittimato.

Precedente Malgioglio: "Grazie Mattarella, ma io devo tutto ai bambini disabili e alle loro famiglie" Successivo Il decalogo per Belfast. Grinta, idee, Vialli e... Così la Nazionale può raggiungere la Terra Promessa

Lascia un commento