Allegri e Mou, elogio dell’essenziale: i gemelli diversi guidano Juve-Roma

I due tecnici si somigliano per approccio difensivo, anche se José ora attacca di più. Con un sospetto: sono un po’… antichi?

Nomen omen? Ma mica sempre. Per esempio, oggi sembra molto più portato a murare gli avversari Allegri, mentre Mourinho galoppa allegramente verso la porta con i suoi attaccanti da corsa. Max, tornato alla Juve, l’ha ritrovata incapace di difendersi e di concentrarsi come prima. Ci ha messo settimane di lavoro e un sofferto inizio di campionato per rieducare la Signora.

Precedente Juve-Roma, la carica dei 30mila all'Allianz Stadium Successivo Wenger: "Da Qatar 2022 possibile fuorigioco automatico"

Lascia un commento