Allegri dopo Napoli-Juve, rivivi la conferenza stampa del tecnico bianconero


23:37

Allegri in conferenza stampa: “Testa all’Atalanta”

“Non eravamo in emergenza stasera, hanno giocato giocatori con giovani ma bravi tecnicamente. Hanno qualità e bisogna avere pazienza. Stasera, a differenza di tante sfide contro il Napoli, abbiamo avute più occasioni ma non le abbiamo sfruttate. Dobbiamo essere contenti e arrabbiati perché potevamo portare a casa un risultato importante e diverso. Dobbiamo continuare così e pensare subito alla sfida contro l’Atalanta”, ha detto Allegri in conferenza stampa. 


23:30

Giuntoli e la panchina di Allegri

Il dirigente della Juve ha parlato in serata del futuro di Allegri. LEGGI TUTTO


23:26

Vlahovic: “Juve, voglio un trofeo e il secondo posto”

Vlahovic fissa gli obiettivi della Juve da qui a fine stagione parlando ai microfoni di Dazn: “Io sarò felice se vinciamo un trofeo e ci qualifichiamo per la Champions. Alle cose personali non ci penso, voglio solo aiutare la squadra perché siamo un grande gruppo e so quanto ci tengono tutti, è la cosa che ci spinge ad andare avanti. Se uno fa 20 gol e non si vince nulla non ha senso Non sarà felice se arrivamo terzi o quarti”. 


23:24

Vlahovic: “Scudetto l’anno prossimo se ascoltiamo Allegri”

“Eravamo in lotta per lo scudetto e dobbiamo continuare ad ascoltare Allegri – ha aggiunto Vlahovic a Dazn – già dall’anno prossimo dovremo pretendere lo scudetto perché qui tutto il resto non conta. Il mister ha fatto un grandissimo lavoro, ci ha fatto crescere tanto e ci sono state circostanze che non ci hanno permesso di continuare nella lotta. L’Empoli ci ha dato un colpo mentale, con l’Inter siamo entrati in partita dopo quella batosta. Avevamo l’Udinese in casa, poi sappiamo tutti come è andata. Sono ulteriori step di crescita, sono cose che ci aiuteranno già dall’anno prossimo”. 


23:19

Vlahovic su Allegri

Vlahovic non ha segnato ma si è presentato lo stesso davanti alle telecamere di Dazn: “Ci ho pensato troppo, in quel tipo di azioni 9 volte su 10 segno. Devo fare meglio, continuerò a lavorare e i gol arriveranno. Io voglio diventare un grande attaccante. Voglio sempre fare il massimo: se ho 3 o 4 occasioni voglio fare 4 gol. Allegri è stato bravissimo ad aggiungere tutti questi giovani, da Yildiz a Nonge. Ha fatto un grandissimo lavoro”


23:08

Allegri e il futuro: “Concentrato sul presente”

“Le parole del mio procuratore? Nella vita le cose semplici, invitatelo e fate a lui le domande. Io sono l’allenatore della Juve e sono contento, se la Juve va bene o male a questo punto della stagione nasce questa questione. Credo che il problema Allegri non esiste. La stagione è in corsa, l’obiettivo ancora non è stato raggiunto. Sono concentrato, finora posso ringraziare i ragazzi perché vogliamo ridare alla società quello che ci hanno tolto l’anno scorso”, spiega Allegri a Dazn riferendosi alla Champions.


23:05

Allegri: “Juve più giovane di sempre”

“Bisogna migliorare su tante cose. Ma l’esperienza arriverà con il tempo. Vediamo i lati posiitivi: la Juventus ha schierato la formazione più giovane della sua storia, forse. Avevamo 6 giocatori nati tra il 2005 e il 2003. Ma l’importante è raggiungere l’obiettivo, sapendo che il prossimo anno avremo giovani cresciuti”, ha aggiunto Allegri a Dazn.


23:03

Allegri e la scelta di Alcaraz e Miretti

“Non avevo Mckennie e Rabiot. Miretti ha giocato bene e ha tante presenze nella Juve. Al di là di tutto la squadra si è comportata bene difensivamente. Il Napoli non ha avuto occasioni nitide. Non siamo riusciuti a sfruttare le palle gol quando ci siamo interstartidi centralmente. Potevamo creare di più e dispiace uscire sconfitti”, ha detto Allegri a Dazn.


22:59

Allegri: “Bella partita”

Allegri a Dazn: “Abbiamo fatto una bella partita, anche nel primo tempo ci sono state occasioni che non siamo riusciti a sfruttare. Ma sono passaggi che fanno parte della crescita. La squadra ha fatto bene, siamo secondi, abbiamo 11 partite per raggiungere il nostro obiettivo”.


22:46

Allegri, l’unico sorriso della giornata

Nel pomeriggio uno dei cavalli dell’allenatore della Juve aveva vinto una corsa a Capannelle, l’ippodromo di Roma. APPROFONDISCI


22:39

Juve sconfitta

Il gol di Chiesa non basta a Napoli. La Juve deve fare i conti con una sconfitta, la quarta in questo campionato, al triplice fischio.


   


Precedente Calzona: "Siamo sulla buona strada. Kvara e Osimhen fondamentali" Successivo De Laurentiis salta in tribuna dopo il gol del Napoli contro la Juve: la foto è virale