Allegri dopo Juve-Udinese, conferenza stampa e interviste: rivivi la diretta


23:55

Cambiaso a DAZN: “I fischi non mi sorprendono”

Cambiaso ha aggiunto e concluso: “Siamo la Juventus, oneri e onori. Qui se pareggi sembra una tragedia. Abbiamo fatto un punto in tre partite, abbiamo abituato la gente a un certo tipo di risultati. Oggi è andata così e non mi sorprendono i fischi. Ci stanno. L’Inter è più esperta, ha giocato partite più importanti. Dobbiamo rimanere uniti ma non ho dubbi, il gruppo è fantastico”.


23:50

Cambiaso a DAZN: “Ora niente panico”

Cambiaso a DAZN: “Nessuno si aspettava una gara del genere nel risultato. Ci è mancata cattiveria là davanti per fare gol. Nel secondo tempo siamo stati lenti e loro si sono chiusi bene, dovevamo muovere la palla più velocemente. Noi lavoriamo per il nostro percorso, cioè per centrare la Champions. Ci siamo ritrovati a lottare con l’Inter, ma ora continuiamo con serenità il nostro percorso senza farci prendere dal panico perché  abbiamo sbagliato tre partite. Con serenità e lucidità bisogna lavorare. Mi sento a mio agio in tutte le zone del campo. Mi piace giocare con la palla, cerco di coprire le posizione giuste e dare il massimo”.


23:43

Cambiaso a Sky: “Calo evidente”

Cambiaso a Sky: “Ci è mancata un po’ di cattiveria là davanti e un po’ di fortuna. Nel secondo tempo loro si sono chiusi bene, dovevamo girare la palla più veloce. Abbiamo un percorso da fare. Abbiamo portato a casa 53 punti finoora e dobbiamo continuare stando sereni come ha detto il mister. Ora dobbiamo reagire e continuare a lavore, serve avere fiducia. Il calo è evidente, un punto in tre partite è poco, penso però che sia una questione di episodi. Ho a che fare con con compagni e staff importanti, non ho un ruolo preferito”.


23:40

Cioffi a DAZN: “Prova di grande forza mentale”

Cioffi a DAZN: “Questa serata è un premio per la determinazione che i ragazzi ci hanno messo nel credere nelle mie idee e nel mio modo di lavorare. I ragazzi hanno sofferto in maniera incredibile, sono stati bravissimi tutti, chi è partito dall’inizio e chi è entrato dalla panchina. Giannetti ha portato equilibrio, letture, esperienza. I ragazzi hanno sempre mantenuto un atteggiamento propositivo, il lavoro non è mai mancato. Oggi hanno avuto una grande forza mentale. L’aspetto fisico è predominante avendo tanto giocatori giovani e di talento, sono felice per loro. Ripartire dopo un 2-2 e un 2-3 nel recupero non è facile. Okoye? Non è stato una sorpresa vederlo giocare con personalità. Ho la fortuna di avere 3 portieri forti”.


23:37

Allegri sull’assenza di Vlahovic

In conferenza stampa Allegri ha aggiunto e concluso: “Le assenze non si sentono, finora la squadra ha giocato e fatto punti con e senza Vlahovic, Danilo e Chiesa”.


23:36

Allegri in conferenza stampa su Chiesa e Locatelli

Allegri in conferenza stampa sui cambi di Chiesa e Locatelli: “Federico aveva fatto una buona partita, mi sono detto metto dentro Iling e poi Cerri così magari viene fuori qualcosa da un cross. Nicolussi è un calciante l’ho messo per qualche situazione da palla inattiva. Comunque ora arriva il difficile perché finché vinci è tutto facile”.


23:34

Allegri in conferenza stampa: “In linea con gli obiettivi della stagione”

Allegri ha aggiunto in conferenza stampa: “Fare chiacchiere in questo momento non serve a niente, è un momento in cui bisogona resettare, arrivare velocemente alla quota Champions. Siamo in linea con gli obiettivi della stagione, il di più era stare attaccati a una squadra costruita per vincere. Abbiamo tentato di stare addosso all’Inter, adesso non è tutto perso”.


23:30

Allegri in conferenza stampa: “Sconfitta non è figlia del ko a Milano”

Allegri in conferenza stampa: “Questa sconfitta non è figlia di quella a Milano contro l’Inter. L’Udinese è una squadra fisica che rallenta, una volta che vai sotto è difficile. Abbiamo perso due partite di fila ma non deve cambiare la visione attorno alla squadra. Da domani bisogna pensare alla partita di sabato contro il Verona. Dobbiamo tornare a fare punti”.


23:26

Cioffi a Sky: “Bravi ai ragazzi, Giannetti leader silente”

Cioffi a Sky: “I ragazzi sono stati bravi, abbiamo passato dei momenti difficili mentalmente ma non hanno mai mollato. Piano partita eseguito con grande fatica perché loro sono campioni. Chi è entrato ha fatto benissimo. Lautaro Giannetti è un leader silente. Parla poco e picchia tanto. Ci ha portato tanto in spogliatoio a livello di calma e serenità. Sono le cose che ci sono mancate perché siamo una squadra abbastanza giovane non facendo rimpiangere due assenze improtanti come quelle di Pereyra e Deuloefeu. Un altro step è stata la convizione e la frustrazione di non accettare quello che dicevano i dati. Poi abbiamo continuato a lavorare, siamo consapevoli di essere vicini all’obiettivo ma non vicinissimi”.


23:18

Allegri a DAZN sul mancato impiego di Alcaraz

Allegri ha concluso a DAZN: “Nelle ultime tre settimane quelli che non giocano sono quelli che devo far entrare. Col senno di poi non si va da nessuna parte. Alcaraz? Ho preferito mettere altri ragazzi per come si era messa la partita. A tutti piace vincere. Ci sarebbe piaciuto rimanere in scia all’Inter ma se siamo a -7 con una partita in più bisogna essere realisti”.


23:16

Allegri a DAZN: “I giovani hanno bisogno di crescere”

Allegri ha continuato la sua analisi a DAZN spiegando: “I giovani hanno bisogno di crescere, me ne sono passati tanti per le mani dai tempi del Milan e lo so bene. Questo contro l’Udinese è un incidente di percorso. Questo momento può diventare molto pericoloso. Non dobbiamo guardare la classifica. L’Inter l’anno scorso ha giocato una finale di Champions, è cresciuta in autostima e bisogna fargli solo i complimenti, ma io faccio i complimenti ai miei ragazzi perché stanno facendo un campionato altrettanto importante”.


23:15

Allegri a DAZN: “Complimenti all’Inter e a Inzaghi”

Allegri a DAZN ha proseguito: “Quando la Juve ha vinto nove scudetti è perché era la squadra più forte. Così come per l’Inter adesso. Vince la squadra più forte, è normale. Fare 60 punti con una partita in meno è un risultato straordinario e vanno fatti i complimenti a Inzaghi. Avevo detto che il Milan sarebbe rientrato ed è accaduto. Il momento di down è arrivato, 53 punti sono tanti ma dobbiamo riprendere a macinare”.


23:14

Allegri a DAZN: “Dispiace per la prima sconfitta in casa”

Ancora Allegri a DAZN: “Gli inserimenti sono stati pochi e abbiamo crossato troppo dalla trequarti. Non abbiamo sbloccato la partita e abbiamo preso gol su una punizione. I numeri dell’Udinese in trasferta non vanno comunque sottovalutati. Dispiace per la prima sconfitta in casa. Dobbiamo continuare a lavorare. Stare dietro all’Inter era un’ambizione importante, ma ho sempre detto che loro sono stati costruiti per essere a questo punto dall’epoca Conte. L’anno scorso eravamo arrivati in Champions, sappiamo cosa è successo e ora vogliamo tornarci a tutti gli effetti”.


23:11

Allegri a DAZN: “L’Udinese difende bene”

Allegri ha aggiunto a DAZN: “Nel primo tempo abbiamo fatto una buona partita tecnicamente. L’Udinese è una squadra che difende bene e quando hai l’occasione deve far gol”.


23:09

Allegri a DAZN: “Preso un gol balordo”

Allegri a DAZN: “Stiamo attraversando un momento particolare, abbiamo fatto un punto nelle ultime tre partite, ma non dobbiamo perdere di vista l’obiettivo stagionale che è la Champions. Dobbiamo raggiungere quanto prima possibile la quota Champions. Abbiamo preso un gol balordo. Attraverso questi momenti si cresce”.


23:09

Allegri a Sky: “Ora serve essere più spensierati”

Allegri ha aggiunto a Sky: “C’è stata la bella occasione di Yildiz ma è inutile stare a recriminare. Sono dispiaciuto perché non risuciamo a vincere da tre partita ma abbiamo fatto un buon primo tempo: è stata una partita lenta anche per l’Udinese. Nel secondo tempo abbiamo fatto più fatica a creare occasioni. Ora bisogna reagire. Un punto in tre partite? Nessuno se lo sarebbe aspettato ma bisogna accettarlo. Il calcio va preso per quello che è. Chiesa? Federico ha fatto una buona partita dopo due settimane in cui non si è allenato a pieno, ci si aspetta sempre cose importanti da lui. Ho passato momenti peggiori nel calcio, ora serve essere più spensierati”.


23:09

Allegri a Sky: “Resettare tutti e ripartire da Verona”

Allegri ai microfoni di Sky: “Durante l’annata ci sono questi momenti, nel primo non siamo riusciti a fare gol e lo abbiamo subito. L’Udinese è una squadra tecnica e fisica, non facile da affrontare. Dobbiamo fare ancora molti punti per arrivare in Champions, resettarci e ricominciare da Verona. Questa squadra è stata costruita con giocatori di poca esperienza per vincere il campionato, dispiace ma reagiremo. Essere nervosi ora non serve, dobbiamo pensare a lavorare”.


23:06

Allegri sta per arrivare ai microfoni di DAZN

Allegri sta per arrivare ai microfoni di DAZN: tra un paio di minuti interverrà in diretta.


22:56

Samardzic a DAZN: “Mercato? Felice di essere rimasto all’Udinese”

In attesa dell’arrivo di Allegri, Samardzic ha parlato anche a DAZN: “Sappiamo che vincere a Torino contro la Juve è molto difficile. Abbiamo dato tutto e siamo felici. Volevamo dare il cento per cento in tutti i reparti. Cioffi ha parlato tanto con noi perché tutti parlavano di me in merito al mercato, mi ha chiesto di restare concentrati e di dare il massimo in allenamento. Per fortuna ora è finito e sono felice di essere rimasto all’Udinese”.


22:52

Samardzic a Sky: “Mi piace giocare contro le grandi”

In attesa dell’arrivo di Allegri, a Sky ha parlato Samardzic: “Sappiamo tutti che contro la Juventus in casa è difficile ma abbiamo dato tutto e vinto. Il gol di Giannetti? Abbiamo studiato quella situazione ed è venuta perfetta. Abbiamo difeso come bestie, siamo felici. Vincere porta sempre una fiducia incredibile. Mercato? Non voglio sentire niente, penso solo all’Udinese. Mi piace giocare contro le grandi”


22:50

Chi è Lautaro Giannetti, match-winner di Juve-Udinese

Chi è Lautaro Giannetti, che ha deciso Juve-Udinese (Leggi tutto)


22:40

Juve-Udinese 0-1

All’Allianz Stadium l’Udinese ha vinto grazie a un gol di Giannetti al 25′. Seconda sconfitta consecutiva e prima casalinga stagionale per gli uomini di Allegri che, dopo aver perso lo scontro diretto, scivolano a -7 dalla capolista Inter (una partita in meno).


Allianz Stadium – Torino


Precedente Liga, stop Athletic Bilbao: fermato dall'Almeria in dieci Successivo La Juve scivola contro l'Udinese, decide Giannetti: rivivi la diretta

Lascia un commento