Allegri dopo il Real Madrid: “Buona partita dopo 10 ottimi giorni di lavoro”

La Juve esce sconfitta dall’ultima amichevole americana: 2-0 per il Real Madrid. Massimiliano Allegri, però, non fa assolutamente drammi, elencando cosa gli è piaciuto della partita e, più in generale, del lavoro fatto negli Stati Uniti.

Allegri: “Possiamo ancora crescere tanto, alcuni giocatori devono rientrare”

Il tecnico livornese della Juve analizza così il match contro la squadra di Ancelotti al Rose Bowl: “Una buona partita, che conclude un bel lavoro di dieci giorni negli Stati Uniti. Abbiamo affrontato la squadra più forte d’Europa, fin quando è stato possibile giocare lo abbiamo fatto, cercando di gestire i possessi e non buttare via la palla. Sono soddisfatto del lavoro dei ragazzi, possiamo ancora crescere tanto, ci sono giocatori che devono rientrare. Questa sera ci sono state tante occasioni da una parte e dall’altra: avremmo dovuto gestire le nostre con un po’ più di pazienza. Adesso ci riposiamo un paio di giorni e poi torniamo sotto con il lavoro, il campionato è si avvicina”.

Del Piero, visita speciale alla Juve e poi..in auto con Nedved

Guarda il video

Del Piero, visita speciale alla Juve e poi..in auto con Nedved

Locatelli: “Spiace per il risultato, ma ho visto buone cose”

Manuel Locatelli è stato probabilmente il migliore della Juve nella serata contro il Real Madrid: “Un bel test: ci spiace per il risultato, ma ho visto cose buone. La squadra sta lavorando e crescendo bene in vista del campionato; non ci nascondiamo, dobbiamo tornare a vincere e lavoriamo per questo, e devo dire che il lavoro che stiamo facendo è di ottimo livello. C’è un bel clima ed è stata una tournée davvero utile e positiva”.

Perin: “Io ho tantissima carica”

Al posto dell’acciaccato Szczesny, ha giocato Perin, che ha permesso alla Juve di uscire con un risultato dignitoso dal confronto con i Blancos: “Stiamo lavorando bene, assorbendo un nuovo sistema di gioco, ho visto una grande disponibilità da parte di tutti. Il gruppo cresce, ci vuole tempo e partite come queste sono fondamentali, perché le amichevoli ormai non esistono più; di fronte a grandi avversari come il Real si vuole vincere sempre. Che impressione ho avuto degli avversari? Quella di una squadra che si trova a memoria, ed è esattamente il punto a cui vogliamo arrivare noi. Lavoriamo per questo. Io? Sto bene, fisicamente, e sono carichissimo mentalmente”.

Juve, allenamento a Los Angeles: ci sono anche Del Piero e Chiellini

Guarda la gallery

Juve, allenamento a Los Angeles: ci sono anche Del Piero e Chiellini

Precedente Lazio, telenovela Provedel: Lotito pensa al piano B Successivo Real-Juve, top & flop: Fagioli con qualità, Di Maria umano

Lascia un commento