Alla Reggina non bastano Menez e Folorunsho: il Cosenza rimonta, 2-2

COSENZA – Il derby calabrese tra Cosenza e Reggina si chiude con un frizzante pareggio in rimonta.

COSENZA-REGGINA 2-2: NUMERI E STATISTICHE

Menez-gol dopo quattro mesi. Folorunsho scatenato

Tempo due minuti e il portiere reggino Nicolas è costretto a intervenire per evitare l’autorete di Delprato, che aveva sbagliato la misura del disimpegno. Schiavi è il primo ammonito della gara: il difensore rossoblù paga una gomitata a Folorunsho. L’inerzia della partita cambia al 9′, quando proprio Folorunsho viene steso in area da Corsi dopo il suggerimento di Rivas: dal dischetto si presenta il rientrante Jeremy Menez, che non sbaglia e torna al gol dopo quattro mesi di digiuno. La retroguardia del Cosenza al 22′ compie una leggerezza collettiva e permette agli amaranto di realizzare il 2-0: Edera manda in porta Rivas che salta Legittimo e appoggia a Folorunsho che spinge in porta il pallone. I padroni di casa si fanno vedere dalle parti di Nicolas con Trotta al 26′: l’ex Frosinone non riesce però a schiacciare abbastanza il tiro al volo. Il pallino del gioco resta ai reggini, che tuttavia subiscono la rete proprio di Trotta al 37′: Gerbo dà spettacolo sulla destra in slalom, poi innesca il centravanti che non sbaglia a porta vuota. Il primo tempo si chiude con Petrucci che si mangia le mani per un errore da ottima posizione.

Occhiuzzi, i cambi pagano: Carretta fa 2-2

Occhiuzzi a inizio secondo tempo manda in campo Ingrosso per Schiavi, mentre Baroni mantiene inalterato l’assetto tattico per provare a conservare un risultato preziosissimo. Grosse chance da rete non se ne vedono, mentre nelle fila del Cosenza arriva il momento di Ba e Bahlouli. Nicolas risponde presente al 68′ al tiro secco di Trotta. Il Cosenza a un quarto d’ora dalla fine butta nella mischia Crecco ma soprattutto Jerry Mbakogu, vecchia conoscenza del campionato cadetto rientrato in Italia dopo l’esperienza all’Osijek. E l’ex Carpi ripaga alla grande la fiducia del tecnico, conquistando un rigore (fallo di Menez) che Carretta trasforma nel 2-2 finale. Brividi nel finale per la porta del Cosenza difesa da Falcone, quanto el Tanque German Denis scheggia la traversa con un destro dei suoi, e poi all’ultimo secondo Montalto di testa manda fuori di un soffio.

Precedente Verona, Juric: "Davvero un'ottima gara. Ora ci servono altri 6-7 punti" Successivo Castellacci: "Per l'infortunio di Lozano stop da 20/25 giorni. Ospina out 10 giorni"

Lascia un commento