Alaba al Real Madrid, arriva la benedizione di Rummenigge

MONACO DI BAVIERA (GERMANIA) – “Non c’è niente di deciso ma al 99,9% Alaba lascerà il club”. Karl-Heinz Rummenigge, amministratore delegato del Bayern Monaco, è rassegnato a perdere a fine stagione il terzino austriaco che non ha trovato l’accordo con i baveresi per rinnovare il contratto in scadenza a giugno. Abbiamo messo molti soldi sul tavolo, una cifra che, sì, alla fine a quanto pare non è bastata a convincerlo. Queste sono cose che dobbiamo accettare. Parliamo di un giocatore che è stato un valore aggiunto per noi per più di dodici anni, quindi non ci sono problemi. In estate ci separeremo amichevolmente. Ho versato qualche lacrima quando ho salutato Thiago (Alcantara ndr) la scorsa estate e non escludo che succeda la stessa cosa se incontro David il giorno in cui deve partire”, ammette Rummenigge ai microfoni di Sky Deutschland.

Rummenigge su Alaba al Real Madrid

“Dopo 12 anni qui ha deciso di vivere una nuova esperienza ed è giusto rispettare la volontà del giocatore”, aggiunge Rummenigge, che sulle voci circa un accordo già raggiunto tra il calciatore e il Real Madrid commenta: “Florentino Perez non ci ha contattato ma non era nemmeno obbligato perchè dal 2 gennaio il giocatore può firmare con chi vuole. Non so fino a che punto siano avanzate le trattative col Real, ma è un grande club anche se sta vivendo un momento difficile, capirei Alaba”. Il Bayern Monaco, intanto, ha già individuato il sostituto di Alaba. Si tratta di Dayot Upamecano, classe 1998 in forza al Lipsia. “Siamo convinti che possa colmare il vuoto che lascerà David. Abbiamo un buon rapporto col suo agente ma sappiamo di non essere l’unico club interessato”.

“Alaba, raggiunto l’accordo con il Real Madrid”

Rummenigge sulla situazione finanziaria del Barcellona

Infine una battuta sul Barcellona, che ha debiti per oltre un miliardo. “Se il Bayern si trovasse in quella situazione, non riuscirei a dormire. Noi siamo stati e continuiamo a essere esemplari, considerando quello che succede al Barcellona o in Italia, dove certi stipendi non vengono nemmeno più pagati. Noi perseguiamo il successo sportivo e la stabilità economica. Stavo facendo colazione quando ho letto dei debiti del Barcellona e quasi soffocavo”.

Alaba-Bayern, addio ad un passo. Già fatta con il Real Madrid?

Guarda il video

Alaba-Bayern, addio ad un passo. Già fatta con il Real Madrid?

Precedente Ribery sedotto dal Monza: la chiave è l'amicizia con Boateng Successivo È la Lazio pre-lockdown: nel 2021 ritmo Scudetto

Lascia un commento