Ajax qualificato, Psg beffato. Non sbaglia il City, spettacolo Sporting

Donnarumma ipnotizza l’ex Milan André Silva e rilancia i suoi, ma al 92’ incassa il pari del Lipsia. Guardiola scavalca proprio Pochettino, 4 su 4 per l’Ajax qualificato. Spettacolo Sporting, Besiktas a casa

Nella serata di Champions delle due milanesi, ecco nel dettaglio come sono andate tutte le altre gare della serata negli altri gironi. Prime vittime e prime qualificate: l’Ajax passa, Besiktas eliminato.

girone a

—  

LIPSIA-PSG 2-2 – Pronti via e gli ospiti, orfani di Lionel Messi, si ritrovano sotto: vola in area Nkunku, che stacca di testa e manda alle spalle di Donnarumma. 4’ più tardi è proprio il portiere ex Milan e rilanciare i suoi. Calcio di rigore per il Lipsia ma l’Azzurro ipnotizza André Silva, altro ex rossonero della serata, e il Psg trova il pari poco dopo con il primo gol di Wijnaldum. Serata magica per l’olandese, che al 40’ raddoppia e ribalta. Al 92’, però, arriva la doccia fredda per i parigini: intervento folle di Kimpembe in area, altro calcio di rigore per i tedeschi. Questa volta sul dischetto di presenta Szoboszlai: Donnarumma intuisce ancora ma nulla può, finisce 2-2.

MAN. CITY-BRUGES 4-1 – Allo scoccare del quarto d’ora è il gioiellino Foden a sbloccare, partendo sul filo del fuorigioco e trasformando il più facile dei tap-in. Sembra possa così cominciare la classica goleada Citizen, ma al 17’ Stones, con una sfortunatissima deviazione nella propria porta, rimanda il punteggio in parità. La ripresa si apre con il nuovo vantaggio della squadra di Guardiola: imbucata deliziosa di Cancelo per Mahrez che di testa appoggia in porta e fa 2-1. Chiude i giochi al 72’ Sterling al termine di un’azione spettacolare. Poker calato da Gabriel Jesus.

girone c

—  

B. DORTMUND-AJAX 1-3 – La partita si apre con due clamorose palle gol in favore dei padroni di casa. Non sfruttate, però. E alla mezz’ora sono proprio i giallo-neri a ritrovarsi in inferiorità numerica a causa del brutto fallo di Hummels su Antony. Una decisione probabilmente severa quella presa dall’arbitro Oliver, che poco dopo concede un calcio di rigore alla squadra di Rose per un contatto su Bellingham nell’area dei lancieri. Freddo Reus, che trasforma e fa 1-0. I padroni di casa, nella ripresa, iniziano ad accusare l’inferiorità numerica e al 72’ arriva infatti il pari degli olandesi con Tadic. Finita? Macché: è il solito Haller a porre la parola fine con un colpo di testa spalle alla porta con cui trafigge Kobel. Settimo gol in quattro partite, quarta vittoria su quattro per l’Ajax aritmeticamente qualificato. Allo scadere arriva anche il terzo gol olandese con Klaassen.

SPORTING-BESIKTAS 4-0 – Quarta sconfitta su quattro gare di Champions per i turchi, che a Lisbona capitolano e salutano la massima competizione europea: apre un calcio di rigore di Pedro Gonçalves appena dopo la mezz’ora, poi è ancora l’esterno portoghese a raddoppiare con un bel destro. Il punto esclamativo arriva già al 41’, con il 3-0 siglato da Paulinho. Nel secondo tempo non cambia la musica: il poker lo cala Sarabia al 56’. I portoghesi possono ancora credere nella qualificazione.

Precedente DIRETTA/ Sporting Lisbona Besiktas (risultato finale 4-0): serata no per i turchi Successivo Champions, l'Inter si qualifica se... Ecco tutti gli scenari

Lascia un commento