Adesso è ufficiale: la famiglia Platek diventa proprietaria dello Spezia

Ufficializzata la vendita della società: restano al loro posto il presidente Chisoli e il tecnico Italiano

Ora è ufficiale: Robert Platek, insieme a sua moglie Laurie e ai tre figli Amanda, Caroline, Robert Junior e a suo fratello Philip, ha completato l’acquisizione dello Spezia Calcio.

SODDISFAZIONE

—  

“Siamo felici – ha commentato la famiglia Platek – per l’acquisizione dello Spezia. La Serie A è l’elite e da tempo cercavamo un’opportunità di partnership con un club italiano. Lo Spezia ha gli stessi valori in cui crede la nostra famiglia: il lavoro e l’umiltà. Siamo onorati di poterlo supportare e aiutarlo a crescere puntando ad ottenere successi futuri e a rendere orgogliosi i fedelissimi fan”. “Siamo onorati – ha commentato Philip Platek, il nuovo vice presidente -di poter portare avanti la tradizione dello Spezia Calcio”.

NON SI CAMBIA

—  

Non cambieranno le cariche principali: restano al loro posto il presidente Stefano Chisoli e il tecnico Vincenzo Italiano.

i dettagli

—  

L’operazione è stata chiusa a Roma dai rappresentanti legali degli studi Grimaldi, in rappresentanza di Stichting Social Sort (Volpi), e Chiomenti che assisteva Platek, da tempo alla ricerca di un club in salute da acquistare. Un’operazione condotta principalmente dai fiscalisti. E che vede lo studio Chiomenti per la quarta volta in breve tempo al centro delle acquisizioni di squadre di calcio dopo Fiorentina, Roma e Catania il cui closing sarà a fine mese. Platek acquisisce soltanto lo Spezia e non l’Arzachena, la società di serie D di Volpi che ha interessi commerciali nel nord Sardegna dove vorrebbe espandersi.

Precedente Carte, assegni, auto… E colleghi furbi: Mahrez è solo l'ultimo dei calciatori truffati Successivo Borja Valero: "Via da Firenze perché mi hanno costretto. Poi per fortuna…"

Lascia un commento