Addio Giacomo Losi, rivivi la diretta del funerale di Core de Roma

I funerali di Giacomo Losi, morto il 4 febbraio all’età di 88 anni, si svolgono alle 15 nella parrocchia di Santa Paola Romana, in via Duccio Galimberti 9, nel quartiere Trionfale, a due passi da via della Balduina. Il figlio della storica bandiera della Roma, Roberto, ha scritto sui social. “Saluteremo il mio papà Giacomino, con il suo solito sorriso, vi aspetterà per abbracciarvi tutti. Grazie per l’immensa vicinanza dimostrata a me e alla mia famiglia”.


17:51

Le squadre di Losi e il debutto sotto falso nome

Losi ha giocato nella Roma per 15 anni, dal 1954 al 1969, ma nella sua carriera ci sono anche altre squadre. La prima, da giocatore vero, è stata la Soncinese, la squadra della sua città natale, in cui debuttò sotto falso nome (Bugli) perché era ancora troppo piccolo (aveva 14 anni) per militare in prima squadra. Dal 1951 al 1954 è stato alla Cremonese, vincendo un torneo giovanile di Sanremo in prestito all’Inter, nel 1953. Dopo il traumatico addio alla Roma, ha chiuso la carriera da allenatore-giocatore della Tevere Roma, nel 1969-70, in Serie D.


17:32

Anche Ninetto Davoli ai funerali di Losi

Anche Ninetto Davoli era presente in prima fila ai funerali di Losi, che per tantissimi anni è stato allenatore della nazionale attori. Altri volti noti avvistati alle esequie di Core de Roma sono quelli di altri attori come Luca Zingaretti, Antonio Giuliani, Kaspar Capparoni e Alessandro De Carlo. E poi ancora ex calciatori come Bruno Giordano, Sergio Brio, Tonino Tempestilli e Giancarlo De Sisti, quest’utimo compagno di squadra di Losi nella Roma anni ’60. Tempestilli invece è stato allenato da Losi a inizio carriera, nel Banco Roma, in Serie C2.


17:15

Losi allenatore

Losi è stato anche buon allenatore, soprattutto in Serie C, tra il 1970 e il 1986. Il suo successo più importante è stata la promozione in Serie B alla guida del Bari, nel 1976-77.


17:00

Presente anche il figlio di Dino Viola

Tra i tanti personaggi legati alla Roma presenti al funerale di Losi c’era anche Ettore Viola, uno dei figli di Dino Viola, indimenticato presidente giallorosso dal 1979 al 1991.


16:45

Il regalo della Curva Sud

I tifosi della Curva Sud hanno donato al figlio di Losi, Roberto, lo stendardo utilizzato per la scenografia nel derby dell’11 gennaio 2015. Era la stracittadina dello striscione “Figli di Roma, capitani e bandiere… questo è il mio vanto che non potrai mai avere” con i volti dei calciatori più amati della storia giallorossa.


16:29

Cori per Losi all’uscita del feretro

Applausi e cori per Giacomo Losi, alcuni minuti fa, all’uscita del feretro dalla chiesa. I funerali dell’ex capitano della Roma sono finiti.


16:14

Roma, la casa di Losi

Giacomo Losi era rimasto a vivere a Roma, a Monte Mario, in zona Balduina, non lontano dalla chiesa dove si stanno svolgendo i funerali. Al Trionfale, verso il Gemelli, c’è da anni anche un club di tifosi della Roma intitolato a lui, il “Roma Club Monte Mario – Giacomo Losi Core de Roma”, in via Alessandro Avoli, dove anni fa venne ospite anche Daniele De Rossi. Lo striscione del club è esposto all’esterno della chiesa.


15:59

Lo striscione della Curva Sud

Addio Giacomino, capitano per sempre” è lo striscione della Curva Sud dedicato a Giacomo Losi.


15:41

Corona di fiori dell’As Roma

In chiesa c’è un drappo con lo stemma della squadra e una corona di fiori metà gialla e metà rossa, dedicata a Giacomo Losi dal club giallorosso. La presenza ufficiale della Roma è limitata a quattro ragazzi del settore giovanile.


15:28

Presente Sebino Nela

Presente anche Sebino Nela, storico terzino della Roma, campione d’Italia nel 1983: 281 presenze e 16 gol con il club giallorosso tra il 1981 e il 1992. C’è anche una delegazione dei giovani Under 18 della Roma. 


15:12

Inizia il funerale di Giacomo Losi

La bara con la salma di Giacomo Losi viene portata all’interno della parrocchia tra gli applausi delle centinaia di tifosi presenti in strada.


15:04

Il post della Roma per Losi

Ecco il post che la Roma ha dedicato a Giacomo Losi il 4 febbraio, giorno della sua scomparsa.


14:44

Già centinaia di persone fuori dalla chiesa

Sono già centinaia le persone fuori dalla parrocchia di Santa Paola Romana dove tra poco inizieranno i funerali di Giacomo Losi. Presente l’ex dirigente della Roma Antonio Tempestilli. 


14:37

Losi, il ricordo dell’Olimpico prima di Roma-Cagliari

Il ricordo dell’Olimpico è andato oltre il minuto di silenzio prima della partita. Anzi, è cominciato ancor prima, quando come di consueto dagli altoparlanti dello stadio è partita la canzone “Campo Testaccio”. Un pensiero è andato al cugino del “Torello de Bodini” che da allenatore della Cremonese lanciò Losi nel grande calcio aprendogli la strada per la Roma. Poi il grande applauso e l’urlo dello stadio a scandire il nome dell’ex capitano dopo il video di ricordo riprodotto sui maxischermi sopra le curve. «Nascondevi i dolori pur di giocare, 455 presenze da core de Roma. Addio Giacomino, capitano per sempre!», lo striscione della Curva Sud.


14:21

Ciao Losi, core de sta città

Una carriera donata alla Roma, fu storico capitano e terzo giocatore con più presenze nel club dietro soltanto a Totti e De Rossi. Leggi i dettagli


14:15

Giacomo Losi, perché è chiamato Core de Roma

Tutto risale ad una partita contro la Sampdoria del 1961: un gol incredibile e quel soprannome per sempre addosso. Leggi i dettagli


14:01

Onorato: “Gli intitoleremo un luogo della città”

“Giacomo Losi è stato una grande bandiera della Roma, un simbolo indiscusso per i giallorossi. Giocatore appassionato e tenace con il più alto numero di presenze nel club (368) superato poi nei tempi moderni solo da Totti e De Rossi. Non a caso Losi è diventato un punto di riferimento. A Roma con il sindaco Roberto Gualtieri lo ricorderemo intitolandogli un luogo della città come abbiamo già fatto per Nils Liedholm, al fine di contribuire alla creazione di una memoria condivisa dei grandi campioni”. Lo afferma Alessandro Onorato, assessore di Roma Capitale a Grandi Eventi, Turismo, Sport e Moda.


Roma

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Precedente Atalanta, Muriel tratta con l'Orlando City: può lasciare subito la Serie A Successivo Finocchiaro: "Juve è un sogno. Montero un riferimento, mi sta aiutando così"

Lascia un commento