Acerbi, le scuse non bastano. Ira dei tifosi sui social: “Fatti un bagno di umiltà”

I tifosi attaccano il difensore dopo il rosso di Bologna. Sotto accusa anche il suo recente rendimento

A volte le scuse non bastano. Ieri la Lazio ha deluso per atteggiamento, spirito, mentalità. In campo non si è visto niente se non arroganza e nervosismo. Per questo i tifosi biancocelesti, che nell’ultima settimana avevano celebrato la squadra per le vittorie contro Roma e Lokomotiv Mosca, si sono arrabbiati. Con il risultato già compromesso (si era sul 3-0) è arrivata anche l’espulsione (rosso diretto) di Acerbi, uno dei leader della squadra, che ha rivolto un brutto gesto all’arbitro e che ora dovrà saltare per lo meno la sfida all’Inter dell’ex Inzaghi. Il difensore ha chiesto scusa, ma a molti tifosi non basta.

LE CRITICHE

—  

“Ho sbagliato, ho fatto due cazz… – ha scritto Acerbi sui social -. Chiedo scusa a tutti: ai tifosi, ai compagni per l’espulsione e per il brutto gesto fatto che non mi appartiene”. Il difensore laziale però, da un po’, è sempre più nel mirino delle critiche. Dal post lockdown Acerbi è uno dei giocatori che non è più riuscito a ritrovare la sua consueta continuità di rendimento. Prima dell’inizio della pandemia la Lazio, nella stagione 2019-20, aveva la miglior difesa del campionato: appena 23 gol subiti in 26 partite. Acerbi era il leader della retroguardia biancoceleste. Nelle ultime 12 partite di quel campionato però sono state incassate ben 19 reti. Poi altri 55 gol incassati l’anno scorso e ora, dopo 7 giornate, siamo già a quota 12. In tutto sono 86 gol incassati nelle ultime 57 partite di campionato. La difesa non regge, anche perché Acerbi non la comanda più. Ai tifosi certi suoi atteggiamenti non sono piaciuti. A settembre di un anno fa, mentre era in ritiro con la nazionale, hanno stupito alcune sue dichiarazioni: “Ho sempre portato rispetto alla società e credo di meritarlo anche io. Se l’atteggiamento continuerà a essere questo, il rinnovo potrebbe non rientrare più nei miei pensieri”. Sembrarono affermazioni forti, anche fuori luogo, considerando che alla Lazio è fra i più pagati. Non venne nemmeno apprezzato quando, al termine della partita persa con il Bayern che sancì l’eliminazione dalla Champions, si concentrò sul fare (per l’ennesima volta) dichiarazioni d’amore alla compagna Claudia. Forse non era il momento adatto per farlo.

REAZIONI

—  

E così, anche dopo le scuse sui social, molti tifosi (non tutti, ovviamente) hanno risposto con durezza. “Caro Francesco, le scuse che devi chiedere cominciano ad essere un po’ troppe”, oppure “Basta con queste scuse. Non giochi al tuo livello da due anni”. C’è perfino chi gli consiglia di farsi “un bagno di umiltà, è un anno che te lo scrivo. Piedi per terra, o così servi a poco”. Qualcuno prova anche a rispondere in maniera più tenera (“Ace, ti ho sempre supportato e ti supporterò sempre. Credo che tu sia un gran difensore, ma il rendimento sta andando in calando. Wake up”), ma il discorso resta lo stesso: a volte le scuse non bastano. Serve una reazione.

Precedente Malika Ayane dichiara il suo amore a Sandro Tonali/ Dopo Atalanta-Milan "Io lo amo" Successivo Zoff si sbilancia: "Scudetto? Inter, anche perché a gennaio il Napoli..."

Lascia un commento