Accuse al Var dopo Inter-Verona, la Procura Figc apre un procedimento su Sogliano

Il ds dell’Hellas sarà sentito dal procuratore federale in merito alle sue dichiarazioni

Il procuratore federale della Figc ha aperto un procedimento nei confronti del direttore sportivo del Verona, Sean Sogliano, per dichiarazioni lesive in relazione alle interviste rese dopo la gara Inter-Verona, nelle quali ha criticato l’operato dell’addetto al Var, Nasca. Nelle prossime ore Sogliano sarà convocato dal procuratore, che intende accertare il senso delle sue dichiarazioni sull’operato del Var.

cosa aveva detto sogliano

—  

La partita, giocata sabato 6 gennaio a San Siro, era stata vinta dall’Inter 2-1 con un gol nei minuti di recupero segnato da Frattesi: ma sull’azione che ha portato al gol nerazzurro c’era stata in precedenza una gomitata di Bastoni a Duda, non vista né dall’arbitro Fabbri né poi giudicata sanzionabile dal var Nasca. “È impossibile che il gol non sia stato annullato col Var, era chiaramente irregolare. Non si può fare un errore così, o è una mancanza di rispetto, oppure…”, aveva detto il dirigente dell’Hellas dopo la gara. Per la cronaca, il designatore arbitrale Rocchi ha deciso di “retrocedere” al var della Serie B lo stesso Nasca dopo aver valutato il suo operato in Inter-Verona.

Precedente Pecchia e il suo Parma mondiale: "Sono l'uomo giusto nel posto giusto" Successivo Derby di Coppa Italia, Pellegrini carica la Lazio. Kristensen punta la finale