Acconciature sospette in Bundesliga: lite tra parrucchieri e calciatori in Germania

ROMA – In Germania, barbieri e parrucchieri sono chiusi dal 16 dicembre a causa del lockdown per l’emergenza Coronavirus. In Bundesliga, però, ci sono tantissimi calciatori che sfoggiano look particolari, acconciature che solo un professionista di forbice e rasoio può realizzare con tale precisione. Com’è possibile? I giocatori si fanno servire a domicilio? Se così fosse, la pratica (ugualmente vietata dalla lotta al Covid) rischierebbe di compromettere l’attività dell’intera categoria. Così, il sindacato dei parrucchieri ha deciso di scrivere una lettera aperta al presidente della Federcalcio (DFB), Fritz Keller, per chiedere ai calciatori professionisti di mostrare solidarietà verso questo settore del commercio. “È con grande disappunto che abbiamo dovuto scoprire in questi giorni che la maggior parte dei calciatori è andata in campo con i capelli appena tagliati: testa rasata, collo e tempie rifilate di pochi millimetri, contorni netti. Acconciature che solo i parrucchieri professionisti possono realizzare, tra l’altro con attrezzature e strumenti di precisione. È evidente che si siano rivolti ad acconciatori professionisti per un servizio a domicilio e questo mette sotto pressione un intero settore, perché viola i regolamenti in atto e alimenta il lavoro clandestino” si legge nella missiva, pubblicata in parte da Der Spiegel.

Bundesliga, Highlights+ 15ª giornata: Lewa, Haaland e Hoppe

Guarda il video

Bundesliga, Highlights+ 15ª giornata: Lewa, Haaland e Hoppe

Precedente Risultati Coppa Italia/ Diretta gol live score ottavi: così era andata un anno fa Successivo Napoli, tutti negativi i tamponi del gruppo squadra

Lascia un commento