Abodi chiarisce: “Jankto? Io frainteso. Vorrei mille coming out”

Dopo le recenti polemiche, il ministro dello Sport, Andrea Abodi, ha chiarito la sua posizione su Jackub Jankto, l’ex Sampdoria e Udinese che tempo fa ha annunciato il suo coming out. Il ministro sul gesto del calciatore aveva affermato di “non amare le ostentazioni”, causando una bufera sui social dove è stato duramente attaccato, arrivando alle accuse di omofobia. “È assurdo – le parole di Abodi in un’intervista a La Stampa -, mi dispiace che si dica questo di me. E’ molto lontano dal mio modo d’essere”.

Abodi: “Non voglio passare per omofobo”

“Si può discutere sul vocabolario da usare. Invece di dire ‘scelte’ avrei potuto dire ‘orientamento’, ma è del tutto evidente lo spirito di rispetto delle indiviudalità. Ho accostato concetti che vanno precisati meglio – continua Abodi – e, si badi, ho parlato di persone perchè per me già dire ‘omosessuale’ non è giusto. Si deve a tutti il rispetto per l’identità, qundi vorrei mille coming out”. Poi è tornato a parlare del gesto di Jankto: “Spero che ognuno si senta libero di poter dire il proprio orientmento sessuale. Su questo sono molto fermo, nella mia vita ho fatto anche errori, ma su questo tema il mio percorso è netto e chiaro. Ho riascoltato l’audio della mia risposta per capire dove avevo sbagliato. Non mi sembra che ci siano possibilità di fraintendimenti ma siccome ognuo può evidenziare quello che vuole non voglio passare per omofobo. Infine Abodi ha dichiarato di voler incontrare Jankto per testimoniare la sua felicità per quanto fatto.


© RIPRODUZIONE RISERVATA

Precedente Inter, le priorità per la porta: Sommer prima di Trubin, si chiude in settimana Successivo Napoli, ultimatum di De Laurentiis a Lozano: "Deve capirlo..."