A Leicester Felix sorride due volte: buon pari e ritrova il suo prof ghanese di scienze

Il giovane talento giallorosso al termine della gara di Conference League ha riconosciuto sugli spalti l’insegnante che aveva in patria a cui ha regalato la maglia

C’era il preparatore della Roma che lo chiamava perché doveva allenarsi insieme e ai compagni che non avevano giocato o avevano giocato poco, come lui, entrato nel finale di Leicester-Roma. Ma Afena Felix era troppo felice: sugli spalti del King Power Stadium, a fare il tifo e a vederlo così cresciuto e realizzato, c’era il suo vecchio insegnante di scienze in Ghana. Il ragazzo, diciannove anni, lo ha visto, riconosciuto, salutato e poi ha regalato al professore Enoch Adomako la sua maglia numero 64. Immancabile la foto e due chiacchiere, mentre il preparatore lo richiamava per l’allenamento. Ma Felix aveva troppa voglia di salutare una persona per lui così importante nel suo percorso scolastico e quindi ci ha messo qualche minuto in più rispetto ai compagni prima di iniziare l’allenamento.

I SELFIE

—  

Anche perché, insieme al professore, in quell’area dello stadio c’erano parecchi romanisti e quindi tutti ne hanno approfittato per salutare il ragazzo. E lui, generoso, non ha detto di no a nessuno prima di andare ad allenarsi in campo.

Precedente Boris Becker condannato a 2 anni e mezzo di prigione/ "Bancarotta fraudolenta" Successivo Aguilera, il Pato genoano: "Vorrei avere 20 anni di meno per giocare il derby"

Lascia un commento